Psr Veneto, a bando 68 milioni di euro per investimenti più "verdi" e innovativi

Consolidare la competitività delle aziende agricole nel mercato globale, armonizzando la con la dimensione ambientale e promuovendo l’innovazione. È l’obiettivo della Misura 4 – “Investimenti in immobilizzazioni materiali” del Psr Veneto, che metterà a bando ad inizio gennaio 68 milioni di euro, suddivisi tra due tipi d’intervento.

Investimenti in immobilizzazioni materiali (Tipo d’intervento 4.1.1)

L’intervento ha una dotazione complessiva di 38 milioni di euro, di cui 9,5 destinati alle zone montane e 28,5 alle altre zone. I beneficiari sono le imprese agricole e le cooperative agricole di produzione. 

Tra gli interventi finanziabili: gli interventi di miglioramento fondiario; la costruzione, l’acquisto e la ristrutturazione di fabbricati connessi all’attività aziendale, l’acquisto di macchine e attrezzature, investimenti per la produzione di energia ad esclusivo uso aziendale, investimenti in hardware e software per l’utilizzo di tecnologie dell’informazione e della comunicazione, il commercio elettronico, l’acquisizione di competenze digitali e l’allacciamento alla rete.

Investimenti per la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti agricoli (Tipo d’intervento 4.2.1)

L’intervento ha una dotazione di 30 milioni di euro, suddivisi tra i principali settori produttivi. I beneficiari sono imprese agroalimentari che svolgono sia l’attività di trasformazione che di commercializzazione di prodotti agricoli. 

Interventi finanziabili: realizzazione, acquisto, ristrutturazione, ammodernamento di beni immobili per la lavorazione, condizionamento, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione, di prodotti agricoli; acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature, software.

Il livello d’aiuto varia a seconda della tipologia di impresa: 40% microimprese montane; 30% piccole e medie imprese; 20% imprese intermedie; 10% grandi imprese.

Fonte: Esterna

 

Condividi questo articolo