StudioSMA e Legambiente organizzatori della Conferenza Sostenibilità e Digitalizzazione Cultura del vino, del benessere e dello sport Museo di Santa Caterina, Treviso – 20 settembre 2017

Come riuscire a far convivere il mondo digitale – termine che è sinonimo di progresso ma richiama alla mente l’industrializzazione – con il concetto di sostenibilità? A Treviso il 20 settembre 2017 si è svolto l’evento “Sostenibilità e Digitalizzazione” organizzato da Studio SMA in collaborazione con Legambiente: un incontro di confronto tra professionisti, esperti e istituzioni in cui si è discusso l’incrocio tra le due tematiche, partendo dal mondo del Prosecco DOC.

Nell’esclusivo contesto del Museo di Santa Caterina professionisti del settore ambientale si sono confrontati con esperti del digitale e del mondo del Prosecco per trovare punti d’incontro nella ricerca al progresso e la cura dell’Ambiente e il Territorio.


La sfida di continuare a sviluppare la competitività del Territorio, fornendo al contempo un servizio agli abitanti in linea con il livello di progresso tecnologico della parte 2.0 del Mondo, che si traduce in un’offerta il più possibile su misura e comoda per l’utente finale, deve necessariamente passare per la consapevolezza, la responsabilità e la cura per l’ambiente e le risorse da parte chi il territorio lo vive.

Durante la conferenza e le successive tavole rotonde si sono esposti temi relativi allo sviluppo del digitale nel mondo del vino con un occhio particolare all’e-commerce customer-oriented, per fornire un servizio capillare ma anche preciso e dettagliato su un prodotto che ha una forte componente soggettiva nella scelta dell’articolo. È stato evidenziato come il mondo del vino in Italia sia ancora indietro quanto a digitalizzazione e commercio on-line e quali possano essere gli strumenti da implementare in un negozio virtuale per fornire un servizio sempre migliore e proiettato nel futuro.

La conferenza era un evento collaterale dei Mondiali di Karate Shotokan WSKA 2017: un tecnico di Studio SMA ha esposto i numeri e i protocolli del primo Evento di Carattere Mondiale a impatto zero, come spiegato in questo articolo, spiegando l’importanza di adottare una condotta sostenibile al fine di ridurre le emissioni nell’atmosfera e contenere il surriscaldamento globale.

Si è discusso anche di come poter riutilizzare i materiali di risulta del processo di vinificazione, puntando alla termovalorizzazione degli stessi: tale processo, dati alla mano, a parità di potere calorifico produce quantità nettamente inferiori di Anidride Carbonica e sfrutta materiali che altrimenti diverrebbero rifiuto organico.

Si è toccato il tema della Smart Community: una società moderna interconnessa in cui il digitale è usato come volano al risparmio di risorse ambientali e al miglioramento della qualità della vita, per rafforzare l’equivalenza Green=Avanguardia.

Condividi questo articolo