Smart Data Management


Smart Data Management Smart CITY

Metabolismo Urbano

Il progetto SMART DATA MANAGEMENT è stato finanziato dal Fondo Sociale Europeo della Regione Veneto, condotto in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatiche e Statistiche dell’Università Cà Foscari di Venezia e si è svolto nel periodo Marzo 2014 – Marzo 2015. I sistemi urbani sono grandi consumatori di risorse naturali, ma non sono in grado di garantire una loro adeguata rigenerazione. Conoscere gli attuali consumi urbani permette di ipotizzare scenari futuri di ottimizzazione dell’uso delle risorse. In questo contesto i modelli matematici possono rappresentare utili strumenti di supporto alla governance dei centri urbani orientati nella direzione delle Smart Cities. Mediante l'identificazione di un modello del sistema urbano è infatti possibile stimare indici normalizzati, indipendenti dalle dimensioni del sistema, in grado di contribuire alla valutazione del livello di sostenibilità del centro e del suo impatto ambientale, anche in termini di urban ecological footprint. E’ stata pianificata una estesa raccolta di dati, utili a caratterizzare i flussi di materia ed energia all’interno del sistema considerato (M.E.F.A. Material and Energy Flow Accounting). Una parte di questa informazione rappresenta inoltre la base di dati necessari per il calcolo dell’impronta di Carbonio (Carbon Footprint) del sistema urbano stesso. Un'attenzione particolare è stata dedicata alla risorsa acqua, la quale è stata scorporata dal M.E.F.A., per caratterizzarne e bilanciarne i differenti flussi attraverso i vari comparti del sistema urbano al fine di analizzare in dettaglio lo stato attuale del sistema idrico mediante la costruzione di un modello a bilancio di massa. A partire dai punti critici del sistema, si sono tracciati degli scenari di miglioramento delle condizioni di gestione del ciclo idrico integrato. Lo sviluppo di indici di sistema, indicatori di sostenibilità e la costruzione di scenari hanno fornito informazioni utili alla definizione di strumenti di governo del territorio, quali, i piani di assetto del territorio e le valutazioni ambientali strategiche, ma anche i piani d'azione per l'energia sostenibile.